Come preparare un tè freddo

 

 

 

 

 

 

 

 

Oggi daremo alcuni suggerimenti per la preparazione di un tè freddo e una ricetta preparata con un Ceylon OP Kenilworth.
In estate è importante bere molto e il tè, con il suo contenuto di vitamine e polifenoli, è perfettamente indicato a reintegrare i liquidi persi durante la giornata.
Inoltre preparando in casa un tè freddo, evitiamo di assumere coloranti e conservanti contenuti in prodotti già confezionati.
Possiamo scegliere il gusto che più ci piace, zuccherarlo o no, aggiungere miele o latte, insomma avere un pò di pazienza non guasta e ricordatevi che sono i vostri “cinque minuti d’amore”.
Le teorie sulla preparazione di un tè freddo sono due:
– l’infusione per poco tempo a caldo
– l’infusione prolungata a freddo
Personalmente l’infusione prolungata a freddo la userei per gli infusi di frutta, inoltre può favorire cariche batteriche.
Sceglieremo quindi una infusione a caldo, magari non portando la temperatura dell’acqua a 100 gradi ma tenendola tra i 70 e gli 80 gradi, aumentando il tempo di infusione di circa 1 minuto.
Passiamo quindi alla ricetta di oggi.
Abbiamo usato un Ceylon OP Kenilworth a foglia intera, per quanto riguarda la sigla OP ne parleremo in un articolo a parte mentre Kenilworth identifica una regione di Ceylon (oggi Sri Lanka).

Kenilworth è una delle piantagioni di tè più antiche di Ceylon e si trova ad una altitudine di circa 6-700 metri (2000 piedi), piogge monsoniche (media annua 4800mm) e posizione ottimale danno a questo tè un gusto corposo con aroma di rovere ed un infuso ambrato.
Prepariamo il tè con acqua alla temperatura di 80° e lasciando in infusione per 4 minuti (gusto leggero) o 5 minuti (gusto forte).
Filtriamo e raffreddiamo immediatamente aggiungendo del ghiaccio.
In un bicchiere mettiamo un terzo 1/3 di succo di pompelmo rosa e due terzi 2/3 di tè, aggiungiamo ghiaccio a piacere.
Se desideriamo zuccherare il tè facciamolo prima di versarlo nel bicchiere.
Noi abbiamo aggiunto anche un pò di cannella in polvere.

Buona giornata

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *