Rooibos rosso e Rooibos verde

Buongiorno a tutte/i voi
avevo già fatto un piccolo articolo dove spiegavo, in linea generale, cos’era il Rooibos.
L’articolo di oggi vuole approfondire l’argomento Rooibos, in particolare spiegare la differenza tra il Redbush ed il Greenbush, il Rooibos rosso ed il Rooibos verde.
Lavorazione
La pianta che produce il Rooibos, Aspalathus Linearis, viene lavorata in estate e viene tagliata ad una altezza di circa 30 centimetri in modo da favorire una crescita ottimale per il successivo raccolto. Il Rooibos raccolto viene trasformato in due diversi modi: la versione rossa prevede la fermentazione delle foglie e la successiva asciugatura al sole come facevano i popoli indigeni solo con moderne tecnologie, nella versione verde le foglie non vengono fermentate ma essiccate ed il processo di ossidazione viene bloccato tramite vapore.
Infuso e preparazione
Per preparare un tè con il Rooibos si utilizza acqua calda ad una temperatura di circa 95°, si mette un cucchiaino di foglie (circa 2 grammi) ogni 150 ml di acqua, si lascia in infusione per circa 10 minuti. Il colore dell’infuso sarà un rosso scuro per il Rooibos rosso, un marrone-giallo per il Rooibos verde. Il gusto è leggermente dolce, fruttato con sentori di nocciole, leggermente erbaceo nella versione verde. Si può gustare con del limone o del latte, in estate è un ottimo dissetante e rimineralizzante. Se volete potete gustarlo insieme a dei dolci fatti in casa tipo torte rustiche.
Benefici e controindicazioni
Il Rooibos non presenta controindicazioni in quanto è privo di caffeina e con un contenuto di tannini basso.
I benefici che si hanno sono molteplici, voglio solo ricordare che è ricco di antiossidanti e di minerali come il potassio, calcio, rame, zinco, manganese, fluoruro, sodio. Ha proprietà antispasmodiche, per cui risolve i problemi digestivi negli adulti e le coliche infantili. Contiene l’acido alfa-idrossilato che aiuta il benessere della pelle, quindi viene utilizzato per la composizione di creme cosmetiche.
Usi casalinghi
Potete usare il Rooibos per sciacquare i vostri capelli dopo averli lavati con uno shampoo neutro e delicato, li renderà più forti e lucenti.
Per trattare gli occhi stanchi ed arrossati imbevete un panno con del Rooibos tiepido e appoggiatelo su di essi.
Per rinfrescare il viso sciacquatelo con del Rooibos tiepido in sostituzione all’acqua.
Per la pelle arrossata dal sole aggiungete del Rooibos al vostro bagno.
Lo potete usare anche per il vostro cane, il pelo risulterà più brillante.
In cucina potete usarlo per marinare il pollo o l’arrosto, risulteranno più morbidi e delicati.
Usatelo per preparare delle bibite rinfrescanti estive aggiungendo del succo di frutta, o come aperitivo insieme ad un buon Prosecco gelato.
Come avete potuto leggere, il Rooibos è un ottima bevanda da prendere sia in inverno che in estate, ma per quale motivo farne due tipi, il rosso ed il verde, qual’è la differenza vera?
Studi scentifici recenti hanno dimostrato che il Rooibos verde ha un contenuto molto più elevato di antiossidanti rispetto al Rooibos rosso e che aumentano sensibilmente se l’infusione viene portata ad almeno 10 minuti.
Vi sembra poco?
Buona giornata
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...